Alimentazione consigliata per studenti durante il lockdown

Alimentazione consigliata per studenti durante il lockdown

1 Dicembre 2020 0

Non c’è bisogno di una pandemia per ricordarsi che bisogna prendersi cura del proprio corpo. Sì, è vero, ma, probabilmente, una situazione simile ha portato anche i più superficiali a interrogarsi su come bisogna riguardarsi. Il passo principale è, ovviamente, l’alimentazione. Una dieta sana può solo che portare benefici. Ad esempio, consumare alimenti che fortificano il nostro sistema immunitario può aiutare ad evitare la febbre o altri sintomi associati al Covid-19, in modo tale da evitare spaventi e pratiche burocratiche noiose e ansiose per poter fare il tampone.

 In questo periodo, d’altronde, ci si può anche soffermare di più su questa tematica, dato che si evitano ormai quegli spuntini fuori orario o quelle cene da riempire lo stomaco. Proprio per questo, uno dei pochi lati positivi può essere proprio concentrarsi sull’alimentazione. E non bisogna pensare che solo da adulti occorre curarsi del proprio corpo. Non è così. I giovani devono interessarsi all’argomento e mettere in atto i consigli alimentari che gli vengono dati. Anche perché tutto ciò andrebbe solo a loro beneficio. Basti pensare agli studenti, una parte della società molto presente e che, in alcuni casi, si trova a studiare e a seguire le lezioni ormai da quasi un anno di fronte ad uno schermo, seduti su una sedia, per ore ed ore ogni singola giornata. Per questo motivo, è necessario che si segua una certa linea alimentare per avere il massimo risultato nei propri studi. Infatti, ci sono numerosi alimenti che possono dare quella spinta in più per terminare la giornata di studio. Ma entriamo nello specifico e vediamo cosa devono mangiare gli studenti.

Prima di tutto, è bene ricordare come una dieta sana e regolare non è necessariamente povera di alimenti. L’importante è che sia variegata e che abbia questi requisiti:

  • Vitamina C, presente maggiormente nella frutta e nella verdura, è un antiossidante in grado di contrastare i radicali liberi;
  • Vitamine del gruppo B, presenti nei cereali integrali, nella frutta secca, nei legumi, nel pesce e nelle uova, con delle ottime capacità di miglioramento della memoria;
  • Vitamina E, presente in mandorle, noci, nocciole e avocado, in grado di rallentare l’invecchiamento del cervello;
  • Bisogna favorire carboidrati integrali e i grassi del pesce;
  • E’ necessaria l’assunzione di molta acqua poiché poca idratazione porta a ripercussioni negative sullo studio;
  • La colazione deve essere sostanziosa per evitare la sonnolenza durante il resto della giornata;
  • Il magnesio allevia la stanchezza. Si può assumere sotto forma di alimenti come cacao amaro, formaggi stagionati, pollo e bresaola, ma è presente anche sotto forma di integratori;
  • La caffeina è fondamentale per essere attivi durante la giornata, ma è importante non abusarne. Si può rimediare con il ginseng o con il tè;
  • E’ necessario limitare le calorie ed evitare i grassi animali e gli zuccheri semplici.