Consigli per una dieta antinfiammatoria per l’intestino

Consigli per una dieta antinfiammatoria per l’intestino

10 Dicembre 2020 0

L’intestino è l’ultima parte dell’apparato digerente e, come ben tutti sanno, può essere soggetto ad infiammazioni. Sono numerosi i casi di persone affette dal morbo di Crohn o da rettocolite ulcerosa. Entrambe sono malattie infiammatorie croniche dell’intestino che possono portare a dolori addominali, diarrea, vomito, perdita di peso, emorragie, febbre ed altri sintomi. Insomma, si tratta di patologie molto serie e disastrose per il nostro organismo e, proprio per questo motivo, è più che necessario prevenirle. Ma prima di pensare a possibili medicinali efficaci, è importante ricordare che il metodo migliore per la salute del nostro organismo, al di là di ciò che si vuole proteggere, è sempre e comunque una corretta alimentazione. Infatti, una dieta sana può prevenire gli squilibri della flora batterica intestinale. Tra i diversi rimedi alimentari esistenti, uno dei più efficaci è la dieta ancestrale infiammatoria. Questa prende il nome dal fatto che si basa principalmente sul regime alimentare dei nostri antenati ed è stata ripresa proprio per la sua capacità di cura di alcune malattie. Tra gli alimenti consigliati dalla dieta ancestrale ci sono frutta, verdura, carne magra, noci, pesce e uova. Tra quelli da evitare si ricordano cereali, latticini, legumi, bevande gassate e zucchero. 

Ci sono altre numerose diete consigliate dai nutrizionisti per evitare l’infiammazione intestinale, ma ora ci soffermeremo principalmente sul consigliarvi alimenti rinfrescanti e presenti in tutti i supermercati, che possono garantire da subito un’adeguata protezione e prevenzione:

  • La frutta secca contiene acidi grassi di tipo omega -3, in grado di avere una potente azione antinfiammatoria;
  • La cicoria è una verdura contenente inulina, una sostanza che garantisce il benessere intestinale poiché viene utilizzata dai batteri nel colon per svolgere le loro funzioni primarie;
  • La papaya è un frutto che contiene papaina, un enzima con ottime proprietà antinfiammatorie;
  • La banana può risultare un alimento molto utile. E’ importante, però, sapere che riesce a prevenire le infiammazioni solo quando non è troppo matura, presentando ancora una buccia striata di verde. Solo in questo caso, conterrà un amido che, nel colon, produce acidi grassi, fondamentali per la prevenzione di malattie di questo genere;
  • Parlando ancora di frutta, non si può non citare la mela. E’ importante mangiarla con la buccia poiché contiene pectina, un polisaccaride con azione probiotica;
  • La curcuma e lo zenzero sono due spezie che dovrebbero essere utilizzate molto di più, date le loro notevoli proprietà antinfiammatorie;
  • L’acqua è forse l’alimento più importante. Infatti, bevendone circa 1,5/2 litri al giorno, è in grado di pulire e curare l’intestino, eliminando le tossine.