Dieta per chi lavora da casa in smartworking al pc

Dieta per chi lavora da casa in smartworking al pc

9 Dicembre 2020 0

Rispetto a mesi fa, la vita si svolge prevalentemente dentro casa e, seppur ci si possa abituare, è innegabile che si può andare incontro a dei rischi. Uno di questi è sicuramente quello legato all’alimentazione. Sì, perché trovarsi sempre all’interno delle proprie mura può portare a una minor resistenza alle tentazioni della  cucina. E’ importante cogliere l’aspetto positivo della situazione attuale e utilizzare questo maggior tempo dentro casa per dedicarsi maggiormente ad una cura del proprio  corpo. Proprio per questo, è inevitabile pensare di iniziare una dieta sana in grado di renderci attivi per tutta la giornata. Abbiamo già parlato dell’alimentazione degli studenti in lockdown ed ora ci soffermeremo maggiormente sugli adulti che lavorano in smartworking. Questa pratica, già presente in passato, ma in modo meno costante, ha portato le persone a concepire completamente in modo diverso la propria vita. Infatti, i tortuosi viaggi in macchina o con i mezzi pubblici sono ormai un ricordo lontano. Ora basta semplicemente svegliarsi in tempo per iniziare la propria attività lavorativa. Il vuoto di queste passate preoccupazioni può essere colmato con decisione di intraprendere seriamente una dieta che porti benefici al nostro corpo, o che quantomeno non ci faccia ingrassare. Ma ora entriamo nello specifico. Cosa bisogna mangiare?

  • La colazione deve essere sostanziosa, in modo tale da iniziare la giornata con la giusta energia. Una macedonia di frutta sarebbe l’ideale;
  • Per quanto riguarda il pranzo, si possono assumere carboidrati, preferibilmente come la pasta o il pane integrali;
  • Per il famoso spuntino pomeridiano si consiglia l’assunzione di frutta e yogurt, per evitare il consumo di ulteriori alimenti grassi;
  • A cena, infine, si prediligono proteine,ma soprattutto verdura.

Nel week-end è consentito mangiare un po’ di più, soprattutto per l’equilibrio psicofisico. Non ci si deve sentire a lavoro anche quando si mangia. Anche per questo, durante la settimana  non si deve mangiare davanti al PC. Questo aspetto è fondamentale poiché rende il pasto un momento di condivisione con gli altri e non entra nella solita routine lavorativa. 

Detto questo, gli alimenti più consigliati in via generale sono: broccoli, cavolfiori, uva, pistacchi, nocciole, mandorle, noci, legumi, soia, farina integrale, latte e uova. Per quale motivo proprio questi prodotti? Perché contengono l’acetilcolina, una sostanza che stimola l’apprendimento e la memoria e, proprio per questo, risulta fondamentale per la settimana lavorativa. 

Ovviamente, questi sono consigli generici, ma per avere una dieta ben delineata è importante un aiuto professionale dal proprio nutrizionista.