Le proprietà delle sirtuine per dimagrire

Le proprietà delle sirtuine per dimagrire

28 Dicembre 2020 0

Sono finite le vacanze natalizie e, come tutti gli anni, molte persone sentono la necessità di iniziare una dieta per poter smaltire tutto quello che si è mangiato nel giorni scorsi. Tra i numerosi piani che si possono adottare, sicuramente tra i migliori c’è la dieta sirt, un piano alimentare ricco di numerosi cibi che permettono anche di mangiare abbastanza. 

La dieta sirt prende il suo nome dalle sirtuine, una classe di proteine ad attività enzimatica. Ma quali sono i cibi ricchi di sirtuine? Ecco una piccola lista:

  • Peperoncino;
  • Cioccolato fondente;
  • Tè verde;
  • Caffè;
  • Noci;
  • Agrumi;
  • Soia;
  • Curcuma;
  • Fragola;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Sedano;
  • Capperi. 

Questi sono soltanto una piccola lista di prodotti alimentari che contengono le sirtuine, ma ce ne sono molti altri. Inoltre, questa sostanze è assimilabile anche attraverso dei veri e propri integratori

Le sirtuine posseggono delle proprietà incredibili. Infatti, sono in grado di ridurre l’aterosclerosi e di rilasciare l’insulina, una sostanza che ha effetti benefici sulla prevenzione del diabete. Inoltre, le sirtuine hanno anche ottime capacità antinfiammatorie e antiossidanti, grazie alle quali riescono a contrastare i radicali liberi e a contrastare l’invecchiamento cutaneo e organico. Il più forte attivatore di sirtuine è il resveratrolo, molto conosciuto per la sua presenza all’interno del vino. Infine, le sirtuine sono in grado di sollecitare gli stessi geni della magrezza che sono presenti durante il digiuno. Quindi, come detto in precedenza, una dieta sirt ci permette di dimagrire, anche in modo molto rapido. Ma in cosa consiste la dieta sirt? Bisogna sapere che questo piano alimentare si basa principalmente in due fasi. Ecco a voi una piccola guida per comporre il vostro esempio di menù settimanale della dieta sirt.

PRIMA FASE

La prima fase dura una settimana e porterà alla perdita di circa 3 kg. Durante i primi 3 giorni della settimana, l’obiettivo è quello di assumere meno di 1000 calorie, consumabili attraverso un pasto solido e 3 succhi verdi. Per quanto riguarda questi ultimi, si trattano di centrifughe a base di verdura, limone e tè matcha. Il pasto solido, invece, consiste nel pollo, tacchino, salmone, merluzzo, fagioli, lenticchie e fragole. Nei 4 giorni successivi, bisogna semplicemente aggiungere un secondo pasto solido per arrivare ad un tetto massimo di 1500 calorie. 

SECONDA FASE

Questa fase dura due settimane ed è fondamentale per consolidare la perdita di 3 kg della settimana precedente. In questo periodo, il vostro piano alimentare non necessita più di qualche restrizione calorica L’importante è consumare cibi ad alto contenuto di sirtuine, come quelli sopra elencati.