Le sirtuine e le loro proprietà antiage

Le sirtuine e le loro proprietà antiage

10 Gennaio 2021 0

Sirtuine: cosa sono 

Sirtuine, gene magro, proteine antiage: fanno parte dello stesso pacchetto anti-invecchiamento precoce. Per mantenersi giovani, non è solo necessario fare uso di creme o andare in palestra, perché è seguendo una corretta alimentazione che possiamo ottenere dei benefici non indifferenti. Attivando le proteine antiage, avremo la possibilità di rimetterci in forma e non solo.  

Anzitutto, è necessario sapere che le sirtuine si attivano nei momenti di particolare stress o di minaccia: sono a tutti gli effetti delle proteine che hanno il compito di garantire la sopravvivenza del nostro organismo. Nello specifico, rallentano il processo di invecchiamento e partecipano attivamente alla prevenzione di malattie neurodegenerative o di patologie metaboliche. Inoltre, risultano essenziali nel controllo del diabete e dell’obesità.

Come si attivano le sirtuine? Quali sono gli alimenti da portare a tavola? Per aumentare la loro produzione, tendenzialmente si seguiva il digiuno intermittente; oggi, esiste anche un regime alimentare, la Dieta Sirt, che permette di mangiare senza digiunare scegliendo alimenti che attivano il gruppo di proteine. 

Proteine antiage: invecchia meno mangiando meglio 

Dal peperoncino alle verdure verdi, fino alla cipolla rossa e al cioccolato fondente, sulla nostra tavola porteremo alimenti che il nostro organismo recepirà come indispensabili per attivare le proteine antiage. Alcuni cibi stimolano la produzione della Sirtuina, come il cavolo, le noci, la curcuma, il vino rosso, il prezzemolo, il cacao, l’olio extravergine di oliva. Di seguito una lista di alimenti da portare in tavola. 

  • Alimenti Sirt: capperi, sedano, cavolo riccio, vino rosso, soia, peperoncino Birds’ Eye, olio extravergine di oliva, datteri, prezzemolo, fragole, curcuma, noci, tè matcha, cacao, grano saraceno; 
  • Verdure Sirt: asparagi, carciofi, fagiolini, indivia, insalata belga, scalogno; 
  • Cereali Sirt: farina integrale e quinoa; 
  • Frutta Sirt: mele, lamponi, uva nera, ribes nero, prugne nere, bacche di goji;
  • Frutta secca Sirt: semi di chia, semi di girasole, pistacchi, arachidi, noci pecan, castagne.

Le erbe aromatiche e le spezie sono altrettanto importanti, in quanto attivatori del gruppo di proteine Sirt e non solo. Offrono proprietà e benefici spesso antinfiammatori e dimagranti, oltre che disintossicanti. Potete dunque utilizzate per cucinare ingredienti come aneto, menta piperita, zenzero, origano, peperoncino, timo o salvia. 

La dieta Sirt è un regime alimentare a due fasi; durante la prima si mira al dimagrimento, mentre nella seconda fase è importante il mantenimento. Inoltre, è abbinata a pasti solidi e al succo verde Sirt, ricco di alimenti attivatori delle Sirtuine.