Niacina o vitamina B3 per combattere la stanchezza

Niacina o vitamina B3 per combattere la stanchezza

24 Novembre 2020 0

Per combattere la stanchezza la dieta, ricca di Sali minerali e vitamine, può essere una valida alleata. Il senso di spossatezza e la mancanza di energia può essere un fenomeno transitorio oppure duraturo, tanto da cronicizzarsi e diventare una condizione clinica (sindrome da stanchezza cronica), per cui anche se ci si riposa non scompare l’affaticamento. Recenti studi scientifici hanno evidenziato come la stanchezza possa essere influenza anche dall’alimentazione.

Gli alimenti che causano stanchezza

La stanchezza può essere causata da vari fattori, come lo stress, i cambi di stagione, l’insonnia, l’abuso di alcol, il fumo, ma anche da carenze nutrizionali, cattiva digestione, obesità, allergie alimentari o da cause organiche, come una malattia (es. anemia, diabete, disfunzioni della tiroide, ecc.). Capire la causa o le cause della stanchezza non è sempre facile, ma l’alimentazione gioca senz’altro un ruolo importante nel garantire all’organismo la giusta energia. 

Alcuni alimenti, infatti, possono causare stanchezza. Si tende a pensare ad esempio, che i cibi ricchi di zucchero diano la carica, ma è vero solo in parte, poiché si tratta di un impulso energetico di breve durata. L’eccesso di zuccheri, non solo non è salutare, ma affatica l’organismo. Anche gli alimenti eccessivamente grassi possono causare pesantezza e stanchezza dopo la loro assunzione, così pure il cosiddetto “cibo spazzatura”, che affaticano il fegato.

La stanchezza inoltre, può essere dovuta anche alla scarsa idratazione. L’ideale, infatti, è bere almeno 1,5 l di acqua al giorno (2 litri in estate), non solo per combattere il senso di spossatezza, ma anche per mantenersi in salute. 

La dieta anti-stanchezza

Seguire un’alimentazione equilibrata aiuta a combattere la stanchezza. Per fare il pieno di energie, infatti, è importante, prediligere una dieta ricca di frutta e verdure fresche, legumi, cereali integrali, le uova, noci e semi, ricchi di Sali minerali, vitamine e sostanze antiossidanti, fondamentali per combattere lo stress ossidativo causato dall’accumulo di radicali liberi, correlato con l’invecchiamento precoce e l’insorgenza di numerose malattie.

Le vitamine del gruppo B sono inoltre, una risorsa preziosa per ridurre la stanchezza e l’affaticamento, soprattutto la Tiamina o vitamina B1 e la Niacina o vitamina B3, che convertono il glucosio in energia e sono essenziali anche per la salute del sistema nervoso. Una carenza di queste vitamine, infatti, causa sintomi come debolezza e affaticamento. La vitamina B1 abbonda nelle uva, nella carne di pollo, nei legumi, ma soprattutto negli alimenti integrali, mentre la vitamina B3 è contenuta nelle carni bianche, nel lievito di birra e in alcuni pesci, come il tonno, il pesce spada e il salmone.

Laddove con l’alimentazione non si riesce a garantire il giusto apporto di vitamina B1 e vitamina B3 può essere utile affidarsi ad integratori specifici.