Quali sono i migliori alimenti per la dieta Sirt?

Quali sono i migliori alimenti per la dieta Sirt?

9 Gennaio 2021 0

La dieta Sirt è un regime alimentare molto apprezzato in Italia e considerato una valida soluzione sia per la perdita di peso, sia per il miglioramento dello stato di benessere del corpo e della mente. Per sfruttare correttamente questo regime alimentare è necessario però seguire un menù della dieta Sirt, ovvero utilizzare per la preparazione dei pasti degli ingredienti che siano inclusi nella lista degli alimenti accettati da questa dieta.

Alimenti per la dieta Sirt: quali sono accettati?

Il regime dietetico di cui si sta parlando non è difficile da seguire dal momento che sono numerosi gli alimenti per la dieta Sirt. Questo significa che si potranno preparare portate sempre diverse, variando gli ingredienti utilizzati e seguendo in questo modo una dieta varia e salutare. Tra i tanti prodotti alimentari accettati da questa dieta ricordiamo quelli principali:

·        Cavolo

·        Radicchio rosso

·        Mirtilli

·        Noci

·        Rucola

·        Fragole

·        Agrumi

·        Olio extra vergine d’oliva

·        Capperi

·        Curcuma

·        Cipolla rossa

·        Peperoncino

·        Prezzemolo

·        Cioccolato fondente 85%

Tutti gli ingredienti indicati nella lista possono essere tranquillamente utilizzati per la preparazione dei pasti di un menù della dieta Sirt. E’ importante però ricordare che non bisogna esagerare con le dosi e che ciascuno di questi alimenti deve essere assunto senza eccedere, ad esempio per il cioccolato fondente 85% si consiglia di non superare i venti grammi al giorno.

Per quanto riguarda invece le bevande della dieta Sirt, sono considerate salutari il tè verde, il caffè ed il vino. Per il caffè ed il vino le dosi quotidiane devono essere ovviamente contenute, per trarre i benefici di questi prodotti alimentari senza rischiare effetti negativi correlati al sovradosaggio.

Esempio di menù della dieta Sirt

Vediamo ora un esempio di menù della dieta Sirt, parlando anche delle due fasi previste da questo regime alimentare. La prima fase prevede una settimana di dimagrimento, mentre la seconda fase prevede una settimana di mantenimento. La fase di mantenimento può essere in realtà prolungata di qualche settimana, l’importante è non prolungare eccessivamente la fase di dimagrimento che prevede una notevole restrizione calorica.

Nei primi tre giorni si possono assumere prevalentemente centrifugati, alternati a qualche pasto solido. Durante questi primi giorni bisogna assumere al massimo 1.000 Kcal al giorno. Per gli altri quattro giorni della prima settimana si deve continuare con la restrizione calorica, ma si può arrivare a 1.500 Kcal giornaliere.

Nella fase di mantenimento si arriva invece ad assumere circa 2.000 Kcal al giorno, cercando di seguire una dieta variegata. Per la preparazione dei pasti si devono utilizzare gli ingredienti Sirt, ma si possono utilizzare insieme ad essi anche alimenti non presenti nell’elenco che abbiamo mostrato in precedenza.