Quali sono i migliori prodotti naturali per rafforzare le difese immunitarie dei bambini?

Quali sono i migliori prodotti naturali per rafforzare le difese immunitarie dei bambini?

11 Gennaio 2021 0

Con l’arrivo dell’inverno e del freddo, le difese immunitarie dei bambini, ma anche degli adulti, tendono ad abbassarsi, rendendo l’organismo più suscettibili ai classici malanni di stagione, come l’influenza, il raffreddore e la tosse. Per rafforzare il sistema immunitario è importante che il bambino segua una corretta alimentazione e pratichi attività fisica anche all’aperto. In alcuni casi inoltre, possono essere utili i prodotti naturali, soprattutto quelli a base di zinco, un minerale essenziale per il nostro organismo e specialmente in fase di crescita.

Difese immunitarie basse nei bambini, i sintomi

Quando le difese immunitarie sono basse il bambino tenderà ad ammalarsi frequentemente o a non guarire mai completamente, ed è proprio questa condizione il primo campanello d’allarme cui prestare attenzione. Altri sintomi possono essere l’affaticamento, la stanchezza, il mal di testa. Se questi sintomi persistono è preferibile chiedere il parere del pediatra. In alcuni casi però, basta alzare le difese immunitarie attraverso gli integratori immunostimolanti.

Integratori per le difese immunitarie dei bambini

Durante i mesi più freddi dell’anno può essere utile integrare alla normale dieta del bambino lo zinco, insieme ad altri principi fitoterapici. Lo zinco è un grande amico del sistema immunitario, poiché favorisce la sua attività (immunomodulante). Questo minerale essenziale per il benessere del nostro organismo svolge anche un’attività antiossidante poiché neutralizza i radicali liberi. Un alleato prezioso dello zinco, inoltre, è la vitamina C, che migliora il suo assorbimento da parte dell’organismo. L’acido ascorbico, inoltre, è un potente antiossidante e contrasta efficacemente lo stress ossidativo, che come è oramai noto, indebolisce il sistema immunitario, esponendolo al rischio di contrarre infezioni e numerose malattie.

Lo zinco è contenuto in molti alimenti, come carne, pesce, uova, cereali e latticini. I livelli di assunzione giornalieri raccomandati di zinco (tabella LARN) variano in base all’età. Nei lattanti (6-12 mesi) il fabbisogno giornaliero è di 3 mg, nei bambini da 1 a 3 anni è di 5 mg, da 4 a 6 anni è di 6 mg e da 7 a 10 anni è di 8 mg. Negli adolescenti (11-14 anni) maschi il fabbisogno giornaliero è di 12 mg, mentre nelle femmine è di 9 mg.

Anche la vitamina C è contenuta in numerosi alimenti, soprattutto frutta e verdura, come gli agrumi, i kiwi, l’ananas, le fragole, i peperoni, i cavoli, gli spinaci, ecc. Il fabbisogno giornaliero è di 35 mg nei bambini da 1 a 3 anni, 45 mg nei bambini da 4 a 6 anni,  60 mg nei bambini da 7 a 10 anni, negli adolescenti da 11 a 14 anni il fabbisogno giornaliero è di 90 mg per i maschi e 80 mg per le femmine, negli adolescenti da 15 a 17 anni il fabbisogno giornaliero è di 105 mg per i maschi e 85 mg per le femmine.