Sai cos’è lo stress ossidativo?

Sai cos’è lo stress ossidativo?

24 Novembre 2020 0

Durante le fisiologiche reazioni metaboliche del nostro organismo si ha la produzione di specie reattive dell’ossigeno e dell’azoto, definite radicali liberi. Si tratta di molecole instabili, la cui instabilità è determinata dalla presenza di elettroni spaiati: i radicali liberi non devono essere sottovalutati, perché sono responsabili dello stress ossidativo e dei danni alle cellule che ne conseguono.

Cos’è lo stress ossidativo?

Con l’espressione stress ossidativo si fa riferimento all’insieme dei danni indotti dai radicali liberi. Questi danni si verificano a livello cellulare e dunque non ci sono segni e sintomi che compaiono nell’immediato, ma si ha un progressivo accumulo di alterazioni cellulari fino al manifestarsi di uno o più epifenomeni.

Anche se nell’immediato lo stress ossidativo non sembra avere alcun effetto negativo sull’organismo, è necessario fare attenzione ad evitare l’accumulo di danni cellulari, perché a distanza di tempo si potrebbero avere emicrania, sudorazione abbondante, alterazioni del processo digestivo e dolori muscolari.

Sono numerosi gli studi scientifici che hanno descritto gli effetti negativi dei radicali liberi e che hanno sottolineato l’importanza di intervenire per ridurre lo stress ossidativo al fine di proteggere le proprie cellule dai possibili danni.

Cosa sono gli antiossidanti?

Gli antiossidanti sono delle molecole che interagiscono con i radicali liberi e che li disattivano. Per rendere inerti le specie reattive le molecole antiossidanti accettano gli elettroni spaiati, oppure donano degli elettroni alle specie radicaliche, così che le specie reattive perdano la loro instabilità.

Nel nostro organismo ci sono dei sistemi antiossidanti fisiologici, che servono proprio ad evitare che le specie radicaliche prendano il sopravvento e creino dei danni alle cellule. Per motivi diversi è possibile però che questi sistemi vengano saturati e che parte delle specie radicaliche non venga resa inattiva. 

Per evitare che ciò accada è utile rivedere la propria dieta ed iniziare ad assumere degli alimenti con proprietà antiossidanti, i quali forniscono dei principi attivi con azione antiossidante che aiutano a mantenere il corretto stato di benessere. La vitamina A, la vitamina E, i carotenoidi, i bioflavonoidi ed i flavonoidi sono tutte molecole che riescono ad interagire con le specie radicaliche e che riescono a renderle inattive.

Se con la sola alimentazione non si dovesse riuscire a raggiungere il fabbisogno quotidiano di antiossidanti è possibile effettuare un’integrazione assumendo un integratore alimentare con azione antiossidante. Sono molti i prodotti in commercio che contengono dei principi attivi antiossidanti: confrontando gli ingredienti e le funzioni dei vari integratori si individuerà quello più adatto.