Un interessante approfondimento sui segreti della dieta Sirt

Un interessante approfondimento sui segreti della dieta Sirt

9 Gennaio 2021 0

Per sfruttare la cosiddetta dieta Sirt al massimo delle sue potenzialità è indispensabile seguire lo schema della dieta Sirt. Si tratta di un regime alimentare che prevede l’assunzione di alimenti in grado di attivare le sirtuine, proteine che svolgono un ruolo importante dal punto di vista metabolico. Questa particolare dieta viene chiamata anche dieta del gene magro, perché sembra che gli alimenti previsti dalla dieta Sirt siano in grado di modificare l’espressione genica e di favorire il consumo di calorie intervenendo sul metabolismo.

Qual è lo schema della dieta Sirt?

Per seguire correttamente questo regime alimentare dobbiamo descrivere lo schema della dieta Sirt, che prevede due differenti fasi. Vi è una fase più restrittiva, definita fase di dimagrimento, la quale ha una durata 7 giorni ed è caratterizzata da una netta riduzione dell’introito calorico quotidiano, con lo scopo di perdere peso.

Nei primi tre giorni della settimana di dimagrimento non bisogna superare il limite massimo di 1.000 Kcal quotidiane, mentre nei successivi quattro giorni è possibile aumentare l’introito calorico fino ad un massimo di 1.500 Kcal al dì.

Alla prima settimana di dimagrimento segue poi un periodo di 14 giorni definito fase di mantenimento. Nel corso di queste due settimane l’introito calorico può essere aumentato a 2.000 Kcal giornaliere: l’obiettivo non è più perdere tanti kg in poco tempo, ma seguire una dieta sana e variegata e mantenere il peso corporeo, continuando eventualmente a perdere qualche chilo abbinando la dieta all’esercizio fisico.

La dieta Sirt è davvero efficace?

Sono tante le persone che vanno alla ricerca di un regime alimentare che consenta loro di perdere peso e di tornare ad avere il peso forma. Chi scopre la dieta del gene magro si chiede se questa sia davvero efficace prima di iniziare a seguirla. La dieta Sirt viene apprezzata soprattutto perché consente di perdere peso rapidamente nella prima settimana e di continuare a perdere peso nelle settimane successive in modo più graduale. Molte persone sono riuscite ad ottenere dei benefici seguendo correttamente questa dieta ed affiancandola all’esercizio fisico regolare.

Ci sono anche alcune testimonianze di persone che non sono riuscite a dimagrire quanto speravano. La dieta del gene magro non è adatta a tutti, il consiglio dunque è di provare e di valutare se si riescono ad ottenere i benefici, altrimenti si può passare ad un altro regime alimentare che aiuti a perdere i chili di troppo e a recuperare il peso forma.