Vitamina B3 e le sue fantastiche proprietà cosmetiche

Vitamina B3 e le sue fantastiche proprietà cosmetiche

9 Gennaio 2021 0

Vitamina B3: benefici per la pelle 

Per avere una pelle sana e curata, è necessario seguire una alimentazione corretta. Tra i nutrienti che più ci aiutano a mantenere giovane la nostra pelle, troviamo la vitamina B3, anche nota come niacina o vitamina PP. È noto, infatti, che nel passato la carenza di questa vitamina abbia portato molte persone a soffrire della pellagra. Diversi studi clinici hanno inoltre dimostrato che la niacina si rivela una potente alleata contro la dermatite e i rossori della pelle. 

Gli effetti sulla barriera idrolipidica della vitamina B3 sono sorprendenti: mantiene idratata la pelle e inoltre è in grado di calmare il rossore o le desquamazioni. Ciò è di fondamentale importanza, in quanto la barriera idrolipidica ha il compito primario di proteggere la pelle dagli agenti esterni. La niacina va a rafforzare la barriera cutanea, ed è particolarmente utile nei casi di chi soffre di pelle secca.

Un altro aspetto particolarmente interessante dell’integrazione della vitamina B3 è che si occupa della sintesi del collagene. Il collagene è un elemento chiave per mantenere giovane la pelle: a una certa età, il nostro corpo smette di produrne una quantità sufficiente. Ne consegue che fare regolarmente uso di niacina ci permette di avere una pelle dall’aspetto sano e giovane, prevenendo le rughe. Mediamente, il fabbisogno giornaliero di vitamina B3 nelle donne è di circa 14 mg, mentre negli uomini è di 18 mg. 

Come assumere la vitamina B3 con l’alimentazione

Il modo migliore per integrare i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno è mangiare determinati alimenti. Fortunatamente, gli ingredienti che ci consentono di fare un pieno di niacina sono molteplici: nelle carni bianche e rosse, è presente in maggior parte nel tacchino e nel vitello, oltre che nel fegato di manzo. 

La vitamina idrosolubile è contenuta anche nelle arachidi e nel lievito di birra e, per chi preferisce il pesce alla carne, c’è una discreta quantità di alimenti tra cui scegliere, come le acciughe, le sardine, il tonno, il pescespada e il salmone. Per quanto riguarda la frutta e la verdura, non offrono un elevato apporto di vitamina B3 come nel caso delle carni o del pescato. Invece, troviamo un buon livello di niacina anche nei prodotti a base di lattosio, come latte, formaggi e derivati, oppure nella crusca e nei cereali integrali. Dietro consiglio medico si può valutare di acquistare degli integratori a base di vitamina B3: anche un farmacista o un nutrizionista sapranno aiutarvi.